Il seggiolone rappresenta un ausilio di evidente utilità nelle famiglie ove è presente un bimbo piccolo. Quando arriva il momento della pappa, rappresenta il modo migliore per consentire al neonato di alimentarsi e continuare la sua osservazione del mondo esterno, un processo cognitivo assolutamente fondamentale in questo stadio evolutivo.
Il seggiolone è però anche uno strumento in grado di destare notevole inquietudine nei genitori, proprio per i rischi che può comportare. La classica caduta di cui può essere involontario protagonista è tra le cause più frequenti di traumi per i piccoli ricoverati al pronto soccorso, proprio per l’altezza da cui può avvenire. Proprio per questo dovrebbe essere adoperato con una serie di accorgimenti tesi a limitarne in maniera anche drastica la pericolosità.

I criteri da seguire nella scelta

Quando si deve scegliere il seggiolone, si dovrebbero tenere a mente alcuni suggerimenti, tra cui:

  • è meglio scegliere un seggiolone in grado di crescere con il bambino. Occorre infatti considerare che in un primo momento sarà necessario imboccarlo, eventualità che rende utile posizionarlo allo stesso livello di chi compie l’operazione, con un seggiolone regolabile in altezza. In seguito dovrà poi essere alla stessa altezza del tavolo in modo da permettere al piccolo di mangiare in maniera autonoma;
  •  

    occorre fare attenzione alle dimensioni, in particolare considerandone l’ingombro e acquistarne perciò uno in grado di offrire la possibilità di una chiusura ultra compatta per chi non disponga di grande spazio;

  • è necessario fare attenzione alla sicurezza, assicurandosi che il bambino sia non solo comodo, ma anche legato saldamente ove si trovi all’interno del seggiolone;

  •  

    occorre curare l’igiene, scegliendo un seggiolone con rivestimento lavabile e dotato di vassoio amovibile, di modo che i primi tentativi di mangiare autonomamente da parte del piccolo non si trasformino in un problema e che possa fungere da base per scarabocchiare e disegnare una volta finito di mangiare.

Da che età si usa il seggiolone?

Solitamente è verso i sei-otto mesi che i bambini riescono a rimanere eretti, grazie al fatto che il collo inizia a sostenere la testa per effetto di un maggior sviluppo dei muscoli. Proprio questo è quindi il momento per orientarsi su un seggiolone in grado di rivelarsi ottimo alleato durante lo svezzamento. Per saperne di più al proposito, il nostro consiglio è comunque quello di consultare seggiolonemigliore.it, sito espressamente dedicato al settore, ove è possibile reperire una nutrita serie di preziose informazioni tese a chiarire meglio il quadro in cui dovrà muoversi il consumatore.