Le vaporiere elettriche sono elettrodomestici utili per chi desidera condurre uno stile di vita salutare, partendo da un’alimentazione sana e leggera.
Non basta infatti scegliere gli alimenti giusti, ma è importante prediligere alcune modalità di cottura rispetto ad altre: la cottura al vapore è senz’altro più leggera rispetto a fritture o preparazioni in padella.

Vaporiera: la salute parte dal piatto

La vaporiera è quell’apparecchio che non deve mancare nella cucina di chi desidera apprezzare pienamente tutti i principi nutrizionali degli alimenti.
Inoltre la cottura a vapore non è solo un metodo sano di preparazione, è anche molto economico, dato che non sfrutta ingredienti aggiunti.

In commercio possiamo trovare svariate tipologie di vaporiere elettriche: pur variando le misure e il design, tutte funzionano secondo gli stessi principi.
Esse sono composte da una base in plastica contenente il motore, un serbatoio in cui mettere l’acqua, ed alcuni cestelli dal fondo forato, nei quali porre gli alimenti.
l numero di cestelli può variare: ci sono vaporiere piccole ad un solo piano; altre hanno più cestelli impilabili l’uno uno sull’altro, così da cuocere contemporaneamente più pietanze.

Il funzionamento della vaporiera

L’utilizzo di una vaporiera elettrica è davvero semplice.
Basta riempire il serbatoio con acqua e poi posizionare il cibo che si intende cuocere nei cestelli posti sopra al serbatoio.
In genere le vaporiere hanno programmi standard di cottura per tipo di pietanza. Selezionando l’icona dell’alimento sul display la vaporiera si accende e si spegne nei tempi programmati.
I modelli più essenziali hanno solo una manopola per azionare il motore; in ogni caso comunque la macchina si spegne da sola a cottura ultimata.

Il prezzo di una vaporiera elettrica può variare sensibilmente a seconda della potenza del motore e della capienza.
Alcuni modelli hanno infatti maggior potenza elettrica, così da produrre vapore in minore tempo.
Il consumo di corrente – e con esso la spesa che ne deriva – dipende dalla potenza della stessa e dalla frequenza con cui utilizziamo l’apparecchio.

Alcuni consigli per usare la vaporiera

Innanzitutto prestiamo attenzione alla quantità di cibo che inseriamo nei cestelli della nostra vaporiera. Consideriamo che se si impilano più cestelli le cotture richiedono tempistiche diverse.
Il cestello a contatto con il serbatoio, ha ovviamente una cottura più veloce rispetto ai piani successivi. Utilizziamolo dunque per quegli alimenti che richiedono maggior tempo.
Facciamo anche di fare attenzione a non eccedere con la quantità di cibo nei cestelli: il rischio è che la cottura risulti disomogenea.

Se vi interessa saperne di più in merito alle vaporiere vi consigliamo infine di visitare questa pagina.